Il 17 aprile vota SI, sosteniamo la campagna referendaria

Flyer_Ref_Trivelle_070316-es3-page-001“Il 17 aprile si vota!

Il  nostro impegno deve essere quello di farlo sapere, di informare i cittadini per superare il muro del silenzio e permettere che questo referendum sia colto come l’occasione – da troppo tempo negata – di ridiscutere la strategia energetica di questo Paese.

 Green Italia si impegnerà a fondo nei prossimi 40 giorni di campagna, nel segno di quanto dichiarato dal capo di Greenpeace International alla conclusione della COP21 : “Abbiamo messo i fossili dalla parte sbagliata della storia”.

Ecco il nostro compito è evitare che l’Italia si metta da sola fuori dalla storia e dal futuro che inevitabilmente si chiamano #rinnovabili #efficienza #fossilfree .

Già per due volte con i referendum sul nucleare i cittadini – su richiesta del movimento ambientalista – hanno impedito di imboccare strade che, oltre ad essere pericolose, il tempo si è incaricato di dimostrare erano folli anche dal punto di vista economico e sociale.

Un largo dibattito in queste prossime settimane, una larga affluenza il 17 aprile e la conferma della vittoria del sì farebbero il bene dell’Italia.

Diffondiamo quanto più possibile le ragioni del SI.

Utilizzate liberamente il materiale presente sul sito http://www.fermaletrivelle.it/ “.

Francesco Ferrante, responsabile energia di Green Italia

Il testo del quesito è il seguente:

“Volete voi che sia abrogato l’art. 6, comma 17, terzo periodo, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, Norme in materia ambientale, come sostituito dal comma 239 dell’art. 1 della legge 28 dicembre 2015, n. 208 ‘Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilita’ 2016)‘, limitatamente alle seguenti parole: ‘per la durata di vita utile del giacimento, nel rispetto degli standard di sicurezza e di salvaguardia ambientale‘?”

One Comment on “Il 17 aprile vota SI, sosteniamo la campagna referendaria

  1. Certo che comunicare con Green Italia è più arduo che comunicare con Obama. Ho mandato mail a tutti, compresa la Portavoce. Ho espresso critiche serrate ai Verdi romani per la scelta di appoggiare le primarie PD. Sono uscito dai Verdi , ho sondato la situazione di Green Italia , valutando positivamente il fatti che a Napoli sostiene De Magistris e che ha cercato una strada comune con alcuni che hanno avuto la capacità e le “palle” di sottrarsi al potere opprimente del PD renziano, leggi Civati e Possibile. HO CHIESTO A TUTTI, manca Monica Frassoni, di poter parlare con qualcuno di Green Italia per verificare se ci sono per me le condizioni di un’adesione. Vediamo se anche questa ennesima mail finirà nel cestino.